MESSI: “Ero convinto di continuare la mia carriera al Barcellona. Per me questo addio è davvero difficile”

Le parole del fuoriclasse nell’attesissima conferenza d’addio

ADDIO Leo Messi non è più un giocatore del Barcellona. La notizia è ormai ufficiale da qualche giorno e oggi si è tenuta la conferenza stampa in cui la Pulce ha detto addio al club che lo ha visto crescere. Le sue parole:

 “Buongiorno. Non so se riuscirò a parlare oggi. In questi ultimi giorni ho pensato molto, ero bloccato e non sapevo cosa avrei potuto dire. Per me questo addio è veramente difficile dopo aver vissuto qui tutta la mia vita. Non ero pronto. Lo ero l’anno scorso, dopo il burofax. All’epoca sapevo cosa dovevo dire, ma oggi no. Ero convinto di continuare la mia carriera al Barcellona, questo era quello che più volevo. Ho sempre voluto restare al Barça, a casa mia, e godermi la vita meravigliosa in questa città. Sono arrivato qui quando ero solo un ragazzino, a 13 anni. Dopo 21 anni me ne vado con mia moglie, con tre figli catalani-argentini e non posso essere più orgoglioso di così per quello che ho fatto a Barcellona. Sono sicuro che un giorno torneremo, ne sono convinto. Ringrazio tutti per ciò che ho vissuto qua, ho sempre cercato di comportarmi con umiltà e rispetto. Spero che vi resti questo di Lionel Messi, oltre a quello che si è visto sul campo. Ho vissuto momenti bellissimi, anche momenti brutti, ma questi mi hanno fatto crescere e mi hanno reso quello che sono oggi. Ho dato tutto per questo club, per questa maglia, dal primo all’ultimo giorno. Ringrazio l’affetto che mi ha dato sempre la gente, mi sarebbe piaciuto congedarmi in un altro modo e non ho mai immaginato un addio così. Avrei voluto salutare i tifosi al campo, sentire la vicinanza del pubblico blaugrana per l’ultima volta. I tifosi mi sono mancati tanto durante questa pandemia. Ha già detto tutto Laporta. Era tutto accordato, ma per la questione de LaLiga non si è potuto mettere nero su bianco. Niente più di questo. Avevamo tutto accordato, ma non abbiamo potuto firmare”.

About Redazione

Leggi anche

LEWANDOWSKI: “Non comparo i numeri con Ronaldo e Messi. Io competo con me stesso. Juve? Ho degli amici lì”

L’attaccante del Bayern Monaco e della Nazionale polacca ha ricevuto ieri la Scarpa d’oro. BOMBER …