MOURINHO: “CR7 è una stella ma i compagni non sono gelosi?”

Lo special one esalta le qualità del fenomeno portoghese

LE CONDISERAZIONI – Intervistato dal quotidiano Times, Josè Mourinho da poco diventato il nuovo allenatore della Roma ha parlato della nazionale portoghese. E naturalmente del suo uomo simbolo Cristiano Ronaldo:

“Che dire? Ha 36 anni ed è stato ancora comodamente il capocannoniere della Serie A la scorsa stagione con 29 gol con la Juventus. Questo ti dice quanto abilmente abbia adattato il suo gioco da attaccante. Non lo vedi allargarsi con la palla a destra o a sinistra, fare diagonali e attaccare con quei dribbling, ma può ancora risolvere le partite e segnare molti gol. La sua efficienza nella rifinitura è incredibile. Il Portogallo ha altri giocatori creativi: Diogo Jota, Bernardo Silva e Bruno Fernandes. Cristiano, soprattutto in nazionale, gioca da numero 9 con un po’ di libertà di movimento. Un giocatore come Ronaldo sarà sempre protagonista, al centro dell’attenzione. Gli altri giocatori lo sanno. La domanda è come lo sentono. In senso positivo o negativo? Lo provano con gelosia: “Non è giusto, siamo una squadra, stiamo lavorando sodo e tutta l’attenzione va a una stella?” Oppure possono interpretarlo positivamente, che la pressione è sull’altro e io sono più libero di fare il mio gioco. Queste stelle sono una via di fuga per gli altri. Nella squadra portoghese, il leader è lui, l’uomo principale, il ragazzo che attira tutta l’attenzione e c’è una tale differenza di status che sento davvero che non c’è un solo giocatore che pensa che dovrebbe essere diversamente. Lo accettano tutti. Si sentono tutti protetti da questa aura che circonda Cristiano ed è una cosa molto buona per una squadra. Forse quando se ne andrà avremo un periodo in cui l’ego combatterà: chi è il prossimo, il prossimo capitano e il prossimo protagonista? Abbiamo alcuni giocatori che possono lottare per questo. Immagino che la squadra polacca con Robert Lewandowski sia in una situazione simile. Il problema non è quando c’è Cristiano ma quando non ci sarà”

About Redazione

Leggi anche

DE LIGT: “Italia buona squadra, ma non ha incontrato squadre top”

Il centrale bianconero punge l’Italia ITALIA, SENTI DE LIGT – Nonostante le ottime performance dimostrate …

COMMENTA