POSTPARTITA, Pirlo: “Non siamo stati incisivi in partite più abbordabili”

Le parole di Andrea Pirlo nel post partita contro il Napoli

TORINO – Le dichiarazioni del tecnico bianconero ai microfoni di SkySport nel post match contro il Napoli. Queste le sue dichiarazioni raccolte dalla redazione di Mondobianconero.com.

Quanto è arrabbiato per non aver visto molto spesso la Juve come stasera?

Abbiamo lasciato troppi punti per strada. Non siamo stati incisivi in partite che potevano essere abbordabili. Quando hai questo spirito, questa voglia di vincere e lotti su ogni pallone porti a casa i risultati ed è quello che ci è mancato in quelle partite”

Sul lavoro degli esterni:

Avevamo provato questo tipo di atteggiamento, tenendo i due esterni larghi e con Danilo aggiunto a centrocampo. lo abbiamo fatto bene, peccato però di non aver sfruttato la superiorità numerica”

Come ha passato la vigilia, dopo le parole che sono state dette:

Sono abituato, il ruolo dell’allenatore è questo e lo sapevo prima di iniziare. Normale che trovare positivi un giorno prima della partita, avere questi dubbi fino alla fine non è facile, però è dall’inizio della stagione che andiamo avanti così e speriamo finisca presto tutto”

La posizione in classifica può aver influito sulla mentalità della squadra?

Può darsi perchè ho intrapreso questo percorso ad agosto cercando di inculcare un certo tipo di gioco. Non abbiamo avuto la continuità di avere gli stessi giocatori per infortuni e stop di vario tipo. Quindi arrivavamo alle partite un po’ scarichi, pensando che fosse tutto facile, con squadre magari al di sotto della nostra classifica, invece sono quelle che ti portano a perdere punti. Adesso non possiamo permetterci di abbassare l’attenzione, perchè il campionato rimane insidioso e perciò diventa più difficile”

Su Dybala:

L’infortunio ha influito molto sulla sua stagione, quando ti manca un giocatore così si sente la differenza ed è un valore aggiunto per la squadra”

Sul rinnovo della Joya

Ha ancora un anno di contratto e speriamo di tenerlo stretto stretto a noi”

Come valuti la tua stagione? Cambieresti qualcosa?

No. Ci sono tante cose sbagliate, ma le rifarei, perchè il primo anno da allenatore non è semplice, ma mi serviranno per il futuro. Il campionato è stato complicato, non solo per me, ma per tutti per ovvie ragioni. Ho sbagliato, come sbagliano tutti, ma da questi errori potrò trarre delle conclusioni”

Più rimorsi per lo scudetto o per l’eliminazione dalla Champions League?

Tutti e due, perchè quando giochi per la Juve gli obbiettivi non li scegli, ma gli devi conquistare. Purtroppo abbiamo mancato l’appuntamento ed è stato un brutto colpo. La lotta per lo scudetto è stata cancellata dalla sconfitta contro il Benevento. La CL era un nostro obiettivo e fa male vedere alla tv le altre squadre partecipare a questa competizione”

About Redazione

Leggi anche

POSTPARTITA, Bernardeschi: “Era importante fare gol e non subirne. Indagine? Sembra una follia ma siamo tranquilli”

Tre punti che danno ossigeno ai bianconeri, Lo sa bene uno dei protagonisti del match …