PRE-PARTITA, Paratici: “Questa partita non deciderà il futuro della società. Stipendi? Abbiamo mantenuto gli impegni”

Le parole del ds bianconero ai microfoni di Sky

TORINO – In collegamento con ‘Sky’ dall’Allianz Stadium di Torino Fabio Paratici, ds della Juventus. Intervistato nel pre-partita del match tra Juventus ed Inter, ecco le sue parole:

L’Inter scudettata? Juve Inter è stata da sempre una partita sentita e importante, al di là del fatto che loro siano qui da campioni d’Italia. Questa partita non deciderà il futuro della società, non si fanno dei programmi in base a due o tre partite, ma in base alla stagione. Ora siamo concentrati su quello che c’è da fare, lo chiediamo ai giocatori e lo pretendiamo da noi stessi. Meglio la Coppa Italia o la qualificazione in Champions? Nessuno gioca per perdere nessuna partita, siamo qui per vincere tutte le partite, sarebbe stupido scegliere una cosa piuttosto che un’altra. Lo abbiamo fatto per 11 anni e continueremo a farlo. Conte qui alla Juve due anni fa? No, Sarri era il nostro primo obiettivo e abbiamo vinto lo scudetto con lui, non dimentichiamolo. Stipendi? Il mondo del calcio deve essere attento alla situazione di crisi economica, siamo riusciti a mantenere i nostri impegni coi nostri giocatori e dipendenti e siamo orgogliosi di questo. Non abbiamo in mente manovre collettive, ma parleremo con i singoli giocatori sul da farsi.

About Redazione

Leggi anche

EX JUVE, Paratici: “Darò tutto me stesso per scrivere un capitolo di successo nella storia del club”

Le parole di Fabio Paratici, diventato il nuovo dirigente sportivo del Tottenham NUOVO PERCORSO – …