MERCATO, La Juve disposta a sacrificare il brasiliano per un giocatore del Lione

E’ già tempo di mercato per la Juventus che, vista la figuraccia in Europa, pensa già al prossimo anno. I bianconeri sono disposti ad uno scambio alla pari con il Lione, sacrificando Douglas Costa per accogliere Aouar

SOLO SCAMBI – Stando a quanto riferisce Tuttosport, la Juventus pensa già al prossimo mercato estivo. In modo particolare, si concentrerà sui quei giocatori mandati in prestito e che sono in coda a questa stagione. Secondo il quotidiano torinese infatti, ci sarà una vera e propria “piazza pulita” di tutti quegli elementi che in bianconero non hanno futuro garantito e che possono essere rigirati per agevolare operazioni di mercato. La Juve, infatti, cercherà di spendere quanto meno possibile e, perciò, tenterà la via dello scambio low-cost. Tra i nomi in lista delle prossime uscite, c’è quello di Douglas Costa. Il brasiliano ha un contratto fino al 2022 e uno stipendio da oltre 7 milioni, bonus compresi. Troppi per le casse bianconere, sovraccaricate dagli ingaggi dei parametri zero e dai 31 milioni di euro percepiti da Cristiano Ronaldo. Per ovviare a questo problema, la Juve sarebbe disposta a uno scambio alla pari con un giocatore del Lione: Houssem Aouar.

MERCATO IN ENTRATA – Aldilà di Douglas Costa, difficilmente gli altri giocatori mandati in prestito potranno essere inseriti in qualche trattativa. Difatti, c’è ancora Daniele Rugani al Cagliari, Mattia De Sciglio allo stesso Lione e Marko Pjaca al Genoa. Per quanto riguarda il mercato in entrata, i tentacoli Juventus si muovono in direzione della Spagna: Alexander Isak, classe ’99 attualmente in forza al Real Sociedad, e Youssef En-Nesyri, classe ’97 in forza al Siviglia. Ma non solo loro due, infatti ci sono altri due nomi sul taccuino di Paratici: Jesus Vazquez e Julian Araujo, entrambi terzini molto giovani (uno classe 2003, l’altro 2001) in forza rispettivamente al Valencia e al Los Angeles Galaxy.

About Redazione

Leggi anche

EX JUVE, Paratici inizia male la sua avventura inglese

Fabio Paratici non inizia bene la sua avventura inglese. Dopo Fonseca, anche Gattuso rifiuta la …