POSTPARTITA, Pirlo: “Ci è mancata aggressività sul gol subito. I più giovani devono ancora capirlo”

VERONA – Andrea Pirlo ha commentato Verona – Juventus nel postpartita di Dazn.

Sulla partita dei bianconeri

“Siamo dispiaciuti perché sapevamo sarebbe stata una partita difficile, sporca. L’abbiamo interpretata bene. Siamo passati in vantaggio, poi purtroppo non siamo riusciti a mantenerlo. Ci è mancata un po’ di aggressività sul gol subito. Sono cose che i giovani non hanno ancora capito, peccato”

Le assenze hanno inciso

Mancavano giocatori di esperienza e pochi che si facevano sentire e capivano il momento della partita. Gli ho chiesto di farsi sentire. È un peccato perché abbiamo lasciato due punti ed essendo passati in vantaggio abbiamo perso un’occasione”

Sulla difesa a 4

“Ci ho pensato ma non avevo giocatori di ruolo. Ho messo Di Pardo alla fine che è più un quinto che un terzino. Quando abbiamo perso aggressività con Chiesa e Demiral abbiamo concesso qualcosa. Qualche giocatore dopo il 60’ era stanco e non potevo cambiare ma l’avevo messo in preventivo”

La scelta del modulo

“Volevamo giocare col 4-2-3-1 per portare pressione nella loro costruzione. Nel secondo tempo ci siamo abbassati e siamo calati un po’ di intensità. Da lì sono arrivate delle occasioni per loro sugli esterni”

Il Verona ha avuto molta intensità

“Sapevamo che l’intensità del Verona ci avrebbe messo in difficoltà, poi il campo non era in buone condizioni e facevamo il doppio delle fatica. Stiamo giocando tante partite e ti può mancare un po’ di lucidità”

Sul Verona

“È sempre difficile, ti portano a fare una partita sporca, ti mettono pressione. Devi pensare prima le cose per evitare che ti vengano addosso. Ma la gara era quella che ci aspettavamo, peccato per i due punti persi”

La costruzione dal basso è rischiosa

“È il nostro modo di giocare. Secondo me la costruzione dal basso ti può portare tanto vantaggio, soprattutto non avendo punte. Oggi loro portavano pressione ed era difficile”

Credete nello scudetto?

“È dall’inizio della stagione che giochiamo ogni tre giorni. Guardiamo partita dopo partita e vediamo a che punto saremo più in là”

Siete Ronaldo dipendenti?

“Avere altri giocatori come Ronaldo e Dybala farebbe comodo a tutti. Siamo un po’ in emergenza”

About Michele Paoletti

Storico dell'arte, appassionato di calcio, sognatore. Aspirante giornalista con l'amore per la scrittura. Una tavola dipinta o un rettangolo verde sono per me medesima fonte di ispirazione.

Leggi anche

POSTPARTITA, Bernardeschi: “Era importante fare gol e non subirne. Indagine? Sembra una follia ma siamo tranquilli”

Tre punti che danno ossigeno ai bianconeri, Lo sa bene uno dei protagonisti del match …